Le amiche di Dire Fare Mole: Marigré, maglieria e home decor torinese, sostenibile e (al) femminile

Sostenibilità
/so·ste·ni·bi·li·tà/
sostantivo femminile
  1. Possibilità di essere mantenuto o protratto con sollecitudine e impegno o di esser difeso e convalidato con argomenti probanti e persuasivi.
    • La possibilità di essere sopportato, spec. dal punto di vista ecologico e sociale.

Non mi ero mai realmente soffermata sul significato letterale di sostenibilità. Certo, è una parola che negli ultimi anni è diventata sempre più presente e familiare. Certo, quando un vocabolo è ripetuto e usato innumerevoli volte viene quasi dato per scontato. Ma le parole sono mondi, le parole sono importanti. E vale la pena fermarsi a conoscerle, davvero.

Dunque, soffermandomi sull’analisi della parola, mi sono accorta di quanto il concetto di sostenibilità abbia un forte, imprescindibile legame con il concetto di durevolezza, di continuità nel tempo e nello spazio. Una cosa sostenibile è una cosa che si protrae, qualcosa di non fugace, qualcosa che perdura. Forse non è un caso che una mamma e una figlia abbiamo deciso di dare vita, insieme, ad un progetto dove la sostenibilità è parola chiave e allo stesso tempo radice fondante. C’è qualcosa di più perdurevole della famiglia?

Questa mamma e questa figlia si chiamano Marina e Georgia. Il loro progetto, Marigré, custodisce piccoli frammenti dei loro nomi e dei loro cuori, con in aggiunta la finale di Rebecca, la piccola di casa, la terza generazione che sta fiorendo in mezzo a creatività e bellezza. Marina e Georgia ci credono tanto, nella bellezza, e credono che le donne quando si vestono con capi belli e buoni per l’ambiente siano ancora più splendenti; per questo motivo hanno creato Marigré, brand di maglieria e home decor basato esclusivamente su filati naturali, lavorazioni a basso impatto ecologico e infinito amore per il Pianeta. E per Torino, dove tutto ha avuto inizio e dove tutto continua a prendere forma grazie a sapienti mani femminili con il DNA ricamato da ago e filo.

guermani2
photo credits: Andrea Guermani

Un progetto al femminile, e non solo: un progetto al femminile di una mamma e una figlia. Come è nata l’idea del vostro brand e come coniugate l’essere una famiglia con l’essere anche “colleghe”?

Georgia: Marigré è un progetto nato dall’esigenza di creare una collezione di maglieria dettagliata e di ricerca con filati esclusivamente ecosostenibili e una produzione italiana. Perché proprio la maglieria? Perché la nostra famiglia era proprietaria del Maglificio Piemontese chiuso nei primi anni ’80 e mia madre successivamente ha dedicato la sua vita alla moda lavorando come product manager per alcuni dei marchi più rilevanti in questo settore come Fendi, Dior, Valentino. Parallelamente alla maglieria abbiamo sviluppato, grazie al mio lavoro di interior designer, una piccola capsule home decor di cuscini utilizzando gli stessi materiali. Per l’Autunno/Inverno 20-21 verrà ampliata con coperte e plaid rigorosamente nel rispetto della natura. Diamo molto valore alla famiglia ed è la realizzazione di un sogno aver creato tutto questo insieme. Nel nome sono racchiuse le nostre tre generazioni: Marina, Georgia e Rebecca, mia figlia di 6 anni.

Marina: Una splendida famiglia! Bisogna ammettere che essere “colleghe” però non è sempre semplice ma Georgia ed io abbiamo da sempre un rapporto meraviglioso e soprattutto molto schietto. Non ci giriamo intorno e in più questa è stata l’occasione di passare nuovamente tempo insieme tra risate e infinite avventure e avversità.

marigré_top_pegaso
photo credits: Alessia Franco

Sognato a Torino, fatto in Italia. Quanta torinesità c’è nel vostro progetto e nelle vostre creazioni? Quali luoghi torinesi sono per voi ispirazione e bellezza?

Marina: Le nostre vite ci hanno portato a viaggiare molto anche per lunghi periodi lavorativi ma siamo sempre, entrambe, tornate a casa e per noi casa è solo Torino. Una città ricca di ispirazioni sia estetiche che di pensiero. La nostra collezione le rispecchia nei modelli femminili e nei dettagli ricercati ma senza quell’eccesso così lontano dalla mentalità torinese. Torino ha una bellezza particolare, una bellezza pudica, riservata, mai ostentata ma misteriosa che deve essere scoperta giorno per giorno.

Amiamo camminare lungo le sponde del Po, nel silenzio della natura, sotto alberi carichi di fiori o innevati in inverno, in un’atmosfera ovattata che ci regala la sensazione di essere fuori dal mondo: ci piace frequentare i bar storici del centro, ricordo di un tempo in cui Torino era la Capitale d’Italia e che mantengono quel particolare fascino d’antan, visitare i mercatini che periodicamente compaiono nelle nostre bellissime piazze alla ricerca di oggetti particolari e di ispirazioni. Torino è anche all’avanguardia per le Esposizioni d’Arte, di Fotografia, per il Festival del Cinema e del Jazz ed altro ancora. Un giusto connubio tra Passato, Presente e Futuro.

marigré_pullover_vega
photo credits: Alessia Franco

La sostenibilità è uno dei punti chiave della vostra collezione: quanto è importante essere sostenibili e vestire sostenibile, oggi?

Marina: Per noi la sostenibilità è il punto cardine delle nostre collezioni unitamente al Made in Italy. Questi sono i nostri due focus principali. Ancora oggi non è semplice trovare capi che rispecchino questi due fattori e che sia “alla portata di tutti”. Da qui è sorta l’esigenza di progettare un brand utilizzando filati ecosostenibili con fibre riciclate, fibre biologiche o filati naturali, tutti certificati.

Noi vogliamo “proteggere” le nostre clienti da sostanze chimiche e tossiche che possono essere nocive alla pelle, così come i lavoratori della filiera iniziando dai coltivatori, ai tintori ed ai produttori. I materiali che usiamo sono a basso impatto sull’ambiente e inoltre, utilizzando fibre rilavorate e riciclate, si risparmiano migliaia di litri d’acqua che servono per la coltivazione. Vestire sostenibile per noi è anche produrre di meno ma meglio per far sì che le clienti acquistino in modo più responsabile e possano trovare un prodotto di qualità duraturo nel tempo.

marigré
photo credits: Alessia Franco

Come e dove si possono acquistare i vostri capi?

Georgia: Abbiamo scelto di vendere Marigré esclusivamente online sul nostro sito internet. Questo per due semplici motivi: poter aver un rapporto diretto con il cliente e poterci confrontare al meglio seguendo le sue preferenze. Crediamo fermamente che oggi sia sempre più indispensabile avere un dialogo diretto con il compratore per venire incontro alle esigenze del mercato. Secondo motivo: oggi siamo tutti collegati grazie ad internet e la possibilità di poter raggiungere persone anche molto lontane è oramai la normalità e tutti dobbiamo adattarci ed evolverci guardando al futuro.

Sito+Shop online: www.marigre.com

Facebook: marigre.official

Instagram: marigre.official

4 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.